Giubileo  2000

Il Giubileo dei donatori di sangue

Lo scorso 21 ottobre si è tenuto a Roma il "Giubileo dei Donatori di Sangue", un importante momento delle attività di celebrazione del Grande Giubileo dell'anno 2000. Il Santo Padre Giovanni Paolo II, dopo la celebrazione della S.Messa, ha accolto con parole di stima e gratitudine i numerosi donatori di sangue provenienti da ogni angolo d'Italia, aderenti alle maggiori Associazioni di Volontariato per la Donazione di Sangue. 
Una rappresentanza della sezione AVIS di Petilia Policastro, formata dai Consiglieri: Giuseppe Cervino, Luigi Concio, Franco Giordano, si è aggregata al gruppo donatori della sezione di Crotone, accompagnato da Presidente Provinciale il prof. Franco Rizzuti. L'iniziativa si ricollega alla giornata della "Solidarietà", dello scorso mese di giugno, che si concluse con la S.Messa celebrata dal parroco Don Nunzio Abriano. Qui a fianco, è riportata la Preghiera del Donatore di S.S. Giovanni XXXIII, molto significativa, che esprime lo spirito della nostra attività di volontariato, così come sancito dall'art. 2 dello statuto dell'AVIS: 
"Il dono del sangue anonimo, gratuito, volontario, periodico e responsabile, costituisce un atto di umana solidarietà e dovere civico".
Si informano i cittadini che la nuova sede è sita in Vico Pace II, 6 (adiacente a P.za Filottete), tel. 0962 433472; e che le donazioni di sangue si possono effettuare dal Lunedì al Sabato, dalle 8.00 alle 10.00, presso l'ospedale di Crotone.

"Il dono del sangue è un dono di vita"
S.S. PAPA GIOVANNI PAOLO II

23.10.2000

IL PRESIDENTE
  prof. Luigi Concio

Preghiera del Donatore 

di S.S. Giovanni XXIII

O Gesù Salvatore, che hai detto:
"Tutto ciò che avete fatto a uno dei più piccoli tra i miei fratelli, l'avete fatto a me" (Matt, 95,40), guarda propizio all'offerta, che Ti facciamo. 
Le angosce dei sofferenti, Tuoi fratelli e nostri, ci spingono a dare un po' del nostro sangue, perché ad essi ritorni il vigore della vita, ma vogliamo che tale dono sia diretto a Te, che hai sparso il Tuo sangue Prezioso per noi. Rendi, 0 Signore la nostra vita feconda di bene per noi, per i nostri cari, per gli ammalati, sostienici nel sacrificio perché sia sempre generoso, umile e silenzioso. Fa che con fede sappiamo scoprire il Tuo volto nei miseri per prontamente soccorrerli, ispira e guida le nostre azioni, con la pura fiamma della carità affinché esse, compiute in unione con Te, raggiungano la perfezione, e siano sempre gradite al Padre celeste. Così sia.